Home Guida Completa: come si va in Stand Up Paddle (SUP)

Guida Completa: come si va in Stand Up Paddle (SUP)

Vuoi muovere i primi passi (o le prime pagaiate) nel mondo del Paddleboard? Avrai bisogno di una guida allora!

Se avete deciso di passare le vostre vacanze dedicandovi a uno sport nuovo siete nel posto giusto; la guida di ProduceBlog vi spiega come remare nel verso giusto col vostro SUP.

Kit accessori SUP Stand Up Paddle laccio caviglia sacca stagna sedile StingRay
Pagaia 3 pezzi fibra di carbonio remo smontabile per Stand Up Paddle SUP Charon Pro
Remo pagaia in alluminio per SUP Stand Up Paddle 3 pezzi smontabile Charon
Sedile per SUP regolabile antiscivolo con schienale pagaia kayak Edeklis

Sono tanti gli sport che permettono di stare a contatto con la natura; specie d’estate, quando non si perde occasione per stare all’aperto. Se poi allarghiamo il nostro campo d’azione a mare e lago, non ci sono più limiti: bisogna muoversi. Ecco allora che dedicarsi al paddling con un SUP (Stand Up Paddle) diventa oggi una delle attività più di moda; l’emozione del surf, la calma del kayak, la comodità del poter tenere uno zaino per portarsi la merenda.

C’è però un problema che tanti ci hanno fatto notare: “Non so andare sul SUP (a proposito, si pronuncia SAP)”.
Ma non ci sono problemi!
ProduceShop non è solo un rivenditore di fiducia: è la guida perfetta che si è prodigata per spiegarvi in poche righe come iniziare a muoversi nel mondo dello Stand Up Paddle. Fatevi allora una lettura con noi, scegliete la tavola da che più sentite vostra e iniziate a pagaiare verso un aperitivo in spiaggia (quindi non stancatevi troppo)!

Tavola Stand Up Paddle Sup Gonfiabile 366cm Poppa Swordfish

Passo Zero: scegliere il SUP

Prima di diventare dei supper provetti (ossia portatori di SUP) dovete innanzitutto scegliere la tavola adatta. Il set completo si compone di quest’ultima, di una pagaia e di un leash (un cavo elastico per rimanere collegati alla tavola in caso cadiate in acqua).

Una prima domanda da porsi è se scegliere una tavola rigida o una gonfiabile. Se quella rigida è più indicata per un certo tipo di attività e per surfisti più esperti, quella gonfiabile è consigliata non solo per iniziare, ma per diverse qualità; oltre a essere più leggera, può facilmente essere sgonfiata e portata in una comoda borsa (in dotazione). Potrete quindi spostarvi in auto, in moto, bici o addirittura monopattino con la vostra tavola in spalla. Il prezzo poi, fattore non poco importante, è decisamente più conveniente.

La pagaia, normalmente regolabile, è spesso fornita con il SUP; per scegliere l’altezza giusta, afferrate l’oliva o pomello all’estremità e tendete il braccio sollevandola verticalmente: avrete la vostra misura adatta. Il leash dovrebbe essere di circa 30 o 40 cm più lungo della tavola, e sempre legato alla caviglia.

Caratteristiche ideali della tavola

Una volta gonfiata adeguatamente la tavola (consigliamo 12 – 15 PSI), prendete le misure per capire se fa per voi; ricorda che all’inizio è meglio averne una più grande, che garantirà maggiore stabilità durante l’uso. Una misura ideale può essere 366x82x15 cm (o, come andrebbe indicata, 12’x32″x6″; si, i SUP si misurano in pollici e piedi). Calcolate anche il volume della tavola, in litri, che decreterà il peso massimo di portata; tutto questo in relazione alla vostra altezza e al vostro peso.

Assicuratevi poi che sia semplice e veloce da gonfiare e sgonfiare. Altro dettaglio le pinne: di solito rimovibili, possono averne una principale e un altro paio opzionali; servono per facilitare la pagaiata e favorire la manovrabilità della tavola. Ci sono poi altri optional come reti per marsupi, maniglie per il trasporto, o supporti per action camera.

Stand Up Paddle Tavola Gonfiabile Sup 320cm Traverso

Come imparare?

La miglior scuola è indubbiamente la pratica.

Per fortuna imparare a usare uno Stand Up Paddle non è tra le attività più difficili; normalmente basta una giornata per capire come iniziare a salire e mantenere l’equilibrio, tenere e usare la pagaia; un’altra giornata per affinare la tecnica e capire alcuni trucchi, e il gioco è fatto!
Indubbiamente affidarsi a un maestro, specialmente se non si è mai fatto surf o non si ha molta confidenza con l’acqua, può essere una buona scelta; non tutti abbiamo lo stesso rapporto con l’acquaticità e l’attività acquatica.

Procuratevi un marsupio impermeabile o una borsa stagna: crema solare, acqua per idratarsi e un telefono per qualsiasi emergenza non sono mai gadget inutili.

Infine, per iniziare a far pratica, scegliete una giornata senza onde e senza vento; parliamo comunque di una attività fisica da svolgere in acqua, motivo per cui la sicurezza deve essere messa al primo posto. Il rischio di allontanarsi, perdersi o d’incorrere in piccoli incidenti non dovrebbe nemmeno sfiorare il nostro SUP-afternoon, ma meglio non andare a cercare problemi che non abbiamo.

Stand Up Paddle Tavola Bestway 65310 340cm Sup Hydro-Force Freesoul

Come imparare ad andare in SUP: 9 passi fondamentali.

Sacca impermeabile 30L zaino dry bag tenuta stagna SUP outdoor Rio Grande
Laccio di sicurezza allungabile Leash caviglia per SUP Stand Up Paddle Virv
SUP tavola gonfiabile Stand Up Paddle Touring per adulti 366cm Red Shark Pro XL
Stand Up Paddle per adulti tavola gonfiabile SUP 320cm Red Shark Pro

Ecco la nostra guida definitiva e completa; potete imparare in mezza giornata le basi dello Stand Up Paddle, e iniziare subito a fare i primi giri di prova in spiaggia. Fidatevi di ProduceBlog: siamo stati i primi a metterci alla prova con le istruzioni (siamo tutti sani e salvi).

  1. Iniziate in ginocchio; partendo da questa posizione sarà molto più semplice prendere confidenza con la tavola e saggiare peso, equilibrio e contatto con l’acqua.

  2. Alzatevi con calma, ma con decisione. Evitate di esitare, perché sarete più portati a cadere. Adagiate un piede per volta, aiutandovi anche con le mani.

  3. Ricordate che l’equilibrio è maggiore se la tavola è in movimento; cercate quindi di alzarvi dopo aver dato una prima spinta al SUP, senza fermarvi. Vedrete che il movimento sarà molto più semplice e naturale.

    Ricordate di allacciare il leash alla tavola e di legarlo alla caviglia!
  4. La posizione è fondamentale: i piedi vanno sul baricentro della tavola (grossomodo dove si trova la maniglia), paralleli, alla stessa larghezza del vostro bacino. Per aumentare la stabilità tenete le ginocchia piegate; non accovacciatevi, ma siate fluidi, seguite il ritmo dell’acqua. La schiena deve stare assolutamente dritta e, sopratutto, guardate sempre avanti; la regola montanara del “non guardare in basso” vale anche qui!

  5. Impugnate la pagaia mettendo una mano sul pomello e l’altra, non troppo vicina, sul manico; ricordate che il lato col pomello è inverso a quello di pagaiata. Se avete familiarità con le regole marinare di base, ricordate che pagaiando a destra (tribordo o dritta) andrete verso sinistra (babordo), se guardate avanti (prua), e viceversa.

  6. Tenete la pagaia vicino alla tavola, e assicuratevi di tenerla per il verso giusto (sembra scontato, ma vi assicuriamo che non lo è per niente).

    Posizione corretta e pagaiata efficace sul SUP
  7. Alternate una pagaiata per lato per andare dritti, e più pagaiate sullo stesso lato per virare (cioè girare, AAARGH). Se siete lanciati, con cautela e pratica, potrete usare la pagaia come un piccolo timone per correggere la rotta. Per rallentare, spostatevi leggermente verso la poppa (dietro) della tavola.

  8. Se perdete l’equilibrio non cercate di attaccarvi alla tavola, rischiate di farvi male. Un tuffo in acqua e si riparte.

  9. Non allontanatevi troppo dalla costa, specialmente ai primi tentativi; rischiare di finire a largo, di perdersi o di rovinare la tavola (attenti a scogli e sassi, a proposito) sono tutte esperienze da evitare.

Avete capito insomma, da queste poche regole, che iniziare a muovervi sul SUP non è certo un’impresa titanica; tanta pratica, tanto divertimento.

Tavola Stand Up Paddle Sup Gonfiabile Per Bambini 260cm Bolina
Bonus SUP!

Piccola curiosità: esistono discipline e modalità diverse di andare sul paddleboard?
Ma ovviamente!

Per parlarcene, abbiamo chiesto a Federico V., della squadra di SUP agonistico di Lignano, di spiegarci i diversi tipi di attività possibili:

“La pratica più comune, e che spinge più persone ad avvicinarsi allo Stand Up Paddle, è il cruising: lunghe e lente pagaiate per esplorare costa e luoghi interessanti; modalità più rilassante, per cui si consigliano SUP larghi e comodi. Abbiamo il SUP-Surfing, ossia un ibrido tra il surf puro e il SUP, in cui le evoluzioni sulle onde sono accompagnate dalla pagaia; a differenza del surf classico, al momento di alzarsi vi ritroverete già in piedi sulla tavola. In questo caso ne consigliamo una piccola e leggera, come la Bolina di Swordfish, e ricordate di tenere un piede più indietro. In voga è anche lo yoga sul paddleboard: è proprio quello che sembra, ossia acqua, tavola, primo mattino e yoga in compagnia o soli. Infine, mia specialità, il SUP-Race, vere e proprie gare di velocità. In questo caso pratica e allenamento sono fondamentali, specie per quanto riguarda resistenza ed equilibrio.”

Non vi resta che procurarvi un SUP e mettere subito in pratica la nostra guida.
Sicuramente non vi laureerete campioni mondiali al primo tentativo (o magari si, chi può dirlo), ma avete tutte le informazioni fondamentali per iniziare a divertirvi con il vostro Stand Up Paddle!

Tavola gonfiabile SUP Stand Up Paddle per bambini 260cm Red Shark Junior
Stand Up Paddle SUP tavola gonfiabile per adulti 366cm Mantra Pro XL
Tavola gonfiabile SUP Stand Up Paddle Touring per adulti 320cm Mantra Pro
Tavola gonfiabile SUP Stand Up Paddle per bambini 260cm Mantra Junior